Data

Come farti rinnovare l’incarico, anche se in 6 mesi hai fatto 5 appuntamenti in croce e non hai ricevuto nessuna proposta

stretta di mano
  L’altro giorno mi è arrivata una mail di ringraziamento più unica che rara, l’ho letta tutta d’ un fiato e con occhi sgranati mi sono avvicinato allo schermo e ho vociferato WOW.
Ogni giorno i miei clienti mi dimostrano i risultati che ottengono grazie ai miei disegni, ma questo mi ha lasciato davvero sbalordito. Per avere la conferma che tutto fosse reale, ho deciso di chiamarlo e scambiarci 4 chiacchiere per capire tutta la storia.
Non voglio tenerti troppo sulle spine, ora ti racconto per filo e per segno quali sono stati i problemi e come è riuscito ad uscirne vittorioso. Sono convinto che anche tu potrai prenderne spunti interessanti.
Per privacy, chiamerò il mio cliente Marco.
Come la maggior parte degli agenti immobiliari, anche Marco era una di quelle persone che faceva le cose come gli era sempre stato insegnato, senza sgarrare mai di una virgola. Gli annunci pubblicitari erano uguali alla concorrenza, quindi breve descrizione dell’ immobile 4 foto messe su con lo scopo di attirare i clienti e si accende un lumino nella speranza che qualcuno si faccia vivo. Ogni tanto le chiamate arrivavano, ma erano davvero poche e la speranza che l’ immobile venisse venduto andava via via scomparendo. Se l’ annuncio avesse continuato a non creare interesse per i possibili compratori, Marco non avrebbe potuto sfruttare le sue tecniche di vendita per poter chiudere gli affari e rendere tutti felici e contenti. Dopo svariati mesi di insuccessi la situazione doveva per forza cambiare. Bisognava dare una svolta decisiva e vendere quell’ immobile, altrimenti addio provvigioni, oltre alla marea di tempo perso e soprattutto pessima reputazione in giro per il paese. il paese di Marco è il classico “paesello” di provincia dove le voci girano e sicuramente non avrebbe fatto una buona pubblicità alla sua agenzia. Marco nella disperazione chiede aiuto ad alcuni colleghi ma tutti facevano le stesse cose e tutti erano sulla stessa barca. Un lunedì mattina, quasi per caso, Marco capita sul sito di Total Render Architecture e in preda allo sconforto degli affari e un briciolo di curiosità, prende il telefono e chiama per una piccola consulenza. Il telefono squilla, rispondo e dall’altra parte della cornetta sento la voce di un agente immobiliare che non riesce ad andare in trattativa con i potenziali compratori perché gli annunci pubblicitari non fanno il loro dovere. Per capire meglio la situazione mi fiondo subito ad analizzare le sue inserzioni e in due minuti gli faccio notare i punti cruciali che frenavano i possibili compratori dalla visita dell’ abitazione. Le immagini erano ben fatte, (sicuramente era stato chiamato un professionista per fotografare gli ambienti), ma purtroppo riprendevano la realtà della casa. Una casa che appariva vecchia a causa dei mobili non adatti per quasi tutte le persone, rendendo l’ ambiente piccolo e poco invitante, facendo quindi scappare la voglia ai potenziali compratori di creare il loro futuro in un ambiente che sa di passato. Inoltre i proprietari dell’immobile stavano già portando via alcuni mobili e quindi la casa appariva poco ordinata e soprattutto arredata a meta’. Per uscire vittorioso da questo problema ( e se sei un agente immobiliare sai benissimo che è un problema ricorrente) e vendere in breve tempo l’ immobile senza abbassare al minimo i prezzi, le soluzioni erano due: – Far cambiare l’ arredamento per rendere apprezzabile l’ ambiente dal maggior numero di persone possibile. – Creare un render che con le misure reali dei vari ambienti fosse in grado di dimostrare le potenzialità dell’ immobile. Tra le due scelte, io direi che la più economica, facile e veloce è sicuramente quella di affidarsi a dei professionisti che possano creare dei render in grado di stravolgere gli ambienti e fornire le certezza che anche un ambiente vecchio possa sapere di futuro , semplicemente cambiando arredamento. Ma non è tutto, nella quasi totalità degli immobili in vendita gli spazi sono sacrificati e l’ immobile sembra più piccolo di quanto è realmente. Pubblicare immagini che mostrano il potenziale di un immobile è sicuramente un gran passo per arrivare agli step che ti porteranno poi alla firma del contratto d’ acquisto. Marco è alle strette, ma decide comunque di prendersi un momento di riflessione perché nonostante le prove fornite da chi aveva già acquistato le planimetrie fossero molto allettanti, era comunque qualcosa che non aveva mai fatto e i cambiamenti lo hanno sempre preoccupato. Durante la giornata il proprietario dell’immobile lo contatta e gli fa capire che stava perdendo la fiducia, visto che l’ immobile non riceveva visite da parecchio tempo. Gli errori commessi durante la pubblicazione dell’ annuncio sono stati cruciali e bisognava subito recuperare i mesi persi. Rilegge per l’ ultima volta le testimonianze dei miei clienti, prende il telefono, mi chiama e nemmeno il tempo di rispondergli che mi dice: “voglio le planimetrie“ I problemi dell’ immobile già li sapevo dalla chiamata precedente, quindi lo tranquillizzo e gli assicuro che in 24 ore gli avrei mandato le planimetrie e lui avrebbe risolto definitivamente il problema delle visite. In meno di 24 ore Marco si ritrova con le planimetrie dell’immobile, studiate nei minimi dettagli e soprattutto studiate per far ringiovanire l’immobile e renderlo molto più moderno ed accogliente. A una settimana dalla scadenza dell’incarico finalmente vengono pubblicate le planimetrie arredate al posto delle planimetrie catastali. Marco non perde tempo ed inizia a richiamare i potenziali acquirenti che avevano visitato l’immobile ma che non erano rimasti soddisfatti. La strada è giusta ma manca il tempo necessario per portare a termine il compito, per questo motivo l’ agente immobiliare sapendo che con la nuova strategia in una settimana sono stati fissati moltissimi appuntamenti, capisce che il momento della vendita era molto vicino, quindi decide di preparare un piano per poter prolungare l’incarico di altri sei mesi e poter vendere l’immobile. Ottenere il prolungamento dell’incarico non è mai cosa semplice , soprattutto quando le visite all’ immobile sono pari a zero da diversi mesi. Durante l’appuntamento con il proprietario viene mostrata la nuova strategia adottata da poco tempo, strategia messa a punto con un team di Architetti specializzati. Come ciliegina sulla torta, vengono fatte notare tutte le richieste di visita all’immobile ad una sola settimana dalla pubblicazione dell’annuncio nuovo. Il momento cruciale arriva quando Marco tira fuori i render dalla sua ventiquattrore e fa notare la cura e professionalità che d’ora in avanti verranno dedicate all’ immobile. Il proprietario trova nelle modifiche un’idea geniale e senza che neanche Marco facesse in tempo, gli chiede se era possibile prolungare il mandato. Le planimetrie sono state importantissime sia prima della trattativa (per far arrivare i possibili clienti in casa) sia durante l’appuntamento, per poter dare la possibilità di immaginare la casa in una maniera differente. Questo ultimo aspetto non è da sottovalutare e ad oggi moltissimi agenti immobiliari fanno affidamento sui miei prodotti per poter vendere in tempi rapidi gli immobili. Alla fine della telefonata Marco mi confessa che l’unico suo rimpianto è stato quello di non essersi affidato a Total Render Architecture subito. Avrebbe risparmiato un sacco di tempo, un sacco di noie da gestire con il proprietario di casa e soprattutto avrebbe venduto molto più velocemente l’immobile. Io questa storia te la dovevo raccontare perché se anche tu come Marco fai fatica a ricevere chiamate da potenziali clienti, evidentemente un piccolo errore lo stai commettendo e io posso aiutarti. Non tutti hanno la fortuna di avere proprietari di immobili così pazienti, anzi molto spesso pretendono appuntamenti ogni giorno e letteralmente si incazzano senza capire che stai facendo di tutto. Se anche tu ti ritrovi nella situazione di Marco e vuoi uscirne vittorioso come lui, non ti resta che contattarmi immediatamente, non pensarci un minuto di più. Però io ti devo avvisare di una cosa. Dopo aver acquistato le mie planimetrie potresti avere degli intoppi. I tuoi amici e parenti potrebbero far fatica a contattarti perché il tuo telefono continuerà ad essere occupato 🙂 Se non hai mai provato questi disegni, sappi che la prima planimetria arredata in 2D è gratuita. Potrai tranquillamente inviarmi la tua vecchia planimetria catastale semplicemente cliccando su questa IMMAGINE ed in meno di 24 ore potrai pubblicarla sui tuoi portali di fiducia. Sono sicuro che ci sentiremo presto!

altri
articoli