Data

Liberati di quelle maledette piantine catastali una volta per tutte

pianta catastale

Mettiti in testa una cosa: le piante catastali NON sono uno strumento di vendita.

Le piante catastali ( e tutto il sistema catasto) sono nate nel 19° secolo come strumento di catalogazione immobili. Perché ti ostini a pubblicarle nei tuoi annunci online? Non devi farlo MAI, è controproducente e terrà lontani possibili acquirenti.

Ti faccio un esempio che calza a pennello:

E’ l’ora di pranzo e stai camminando nella via principale del paese. Hai fame ed inizi a cercare un ristorante per mettere qualcosa nello stomaco. Ti imbatti in due locali apparentemente identici, il prezzo del menù è lo stesso, li differenzia una sola e semplice cosa: le fotografie dei piatti all’esterno.

Il primo ha dei piatti poco invitanti, non si percepiscono gli ingredienti, le foto sono scure e sgranate; il secondo ha dei bellissimi piatti colorati, gli ingredienti sono ben distinti, le porzioni sembrano enormi.

 

A parità di prezzo, COSA SCEGLIERESTI?

Ovviamente la domanda non ha bisogno di risposta, ma tu devi sapere che un potenziale cliente che sta cercando casa FA QUESTO STESSO RAGIONAMENTO e, cosa ancora più importante, non ha solo 2 scelte ma decine e decine e decine!!

Purtroppo questo modo di fare sta compromettendo in maniera drastica gli annunci immobiliari, rendendoli una scommessa più che un investimento.

Mentre c’è gente che utilizza già l’home staging, TU stai ancora pubblicando piantine catastali.

PENSACI PRIMA DI PUBBLICARE UN NUOVO ANNUNCIO.

Con le piantine arredate POTRAI:

  • Incrementare la tua visibilità online, infatti sarai in grado di aggiungere uno strumento preziosissimo al tuo arsenale di documenti, incrementando il rating sui portali e sbaragliando la concorrenza.
  • Incrementare le acquisizioni ottenendo più incarichi, è a tutti gli effetti un servizio che potresti REGALARE ai proprietari di appartamenti che si rivolgono a TE.
  • Migliorare i tuoi annunci esistenti, quelli che magari sono online da MESI e non capisci perché nessuno ti chiama (eeeeeh la crisi!)

Ricordati, i disegni devono parlare al posto tuo!

 

altri
articoli